lunedì 30 marzo 2015

Frittata di ortiche

Frittata di ortiche
L'ortica è un'erba spontanea dei nostri orti, ma non è assolutamente una "erbaccia" come viene talvolta definita. Anzi, è ricchissima di qualità preziose. In questo post la utilizzeremo trattandola come tratteremmo una normale verdura (per esempio, lo spinacio) per preparare una frittata dal gusto particolare.
 

Frittata di ortiche

Dosi per 4 persone

Un kg. di ortiche (200 grammi circa pulita)

Uno spicchio d'aglio piccolo

3 o 4  uova                                

Due cucchiai di birra o latte.

Sale quanto basta

 

L'ortica è un'erba spontanea dei nostri orti, ma non è assolutamente una "erbaccia" come viene talvolta definita. Anzi, è ricchissima di qualità preziose. In questo post la utilizzeremo trattandola come tratteremmo una normale verdura (per esempio, lo spinacio) per preparare una frittata dal gusto particolare.

L'ortica è considerata una delle erbe spontanee più utilizzate, sia in medicina che a scopi alimentari.

Se non sapete resistere all'effetto delle ortiche sulla pelle, trattatela con i guanti. Naturalmente, una volta cotta, l'ortica non punge più.

Caratteristiche dell'ortica.

Come alimento si usano le sommità e le foglie più sane e tenere. L'ortica è benefica nel regolare le funzioni intestinali: combatte sia la diarrea che la stitichezza. Combatte le anemie e abbassa la pressione arteriosa. Viene usata anche per la cura dei capelli, e come antiforfora. Vi sono poi numerosissimi altri usi.

 
Raccogliete gli steli di ortica scegliendoli tra i più giovani. Se vi sembra troppo pungente, utilizzate dei guanti oppure infilate la mano in una busta di plastica.
 
Pulite l'ortica staccando tutte le foglie più sane e più tenere, e scartando gli steli. Mettete le foglie in un colapasta, dove le laverete sottoponendoli ad un getto di acqua e girandole vigorosamente.
 
 
Fate imbiondire in padella uno spicchio d'aglio con poco olio: quando è dorato, toglietelo e buttate nell'olio le foglie di ortica. Fatele rosolare due o tre minuti, poi le mischierete alle uova come descritto nel seguito.
In alternativa potete evitare questo passaggio, e mischierete alle uova le foglie di ortica ben lavate e ancora crude.
 
 

Preparazione e uso di macerati, infusi, decotti. Preparati biodinamici per la cura degli ortaggi

Coltivare l'orto Editrice, 2014

92 pagine. Illustrato

La natura che ci circonda è totalmente invasa da spore di funghi e piante nocive, da uova di insetti, da batteri e altri agenti di infezione. La conseguenza è che oggi non possiamo coltivare niente, senza che la nostra coltivazione subisca gli attacchi di quanto è presente nei campi vicini, nell’atmosfera, nelle piogge, nel vento. Il libro contiene ricette dettagliate per tutte le preparazioni
Per saperne di più:
http://goo.gl/8f3fXi

DOVE PUOI TROVARE I NOSTRI E-BOOK
Tutti i nostri E-book li trovi sul sito dell'Editore, dove possono essere forniti sia  per il DOWNLOAD IMMEDIATO, sia con SPEDIZIONE A DOMICILIO SU CD.  In ogni caso acquistando un titolo riceverai SIA LA VERSIONE PDF CHE QUELLA EPUB.
ORTOSHOP.EU
Sul sito dell'editore trovi il catalogo completo, spedizioni veloci e offerte speciali a prezzi convenienti.
  
www.ortoshop.eu
Puoi trovare i nostri E-book anche nelle migliori librerie online. Ti segnaliamo:

...E MOLTE ALTRE LIBRERIE ONLINE

 
Rompete le uova e mettetele in una ciotola per essere preparate.

Come rompere le uova.
Le uova non si rompono direttamente nella ciotola, dal momento che, in base alla legge di Murphy, il quarto uovo sarà certamente passato e, cadendo nella ciotola, vi costringerà a buttare via anche i primi tre buoni. Ogni uovo va rotto in un piatto di passaggio, e solo dopo aver verificato che sia fresco (generalmente il tuorlo rimane intero e brillante) passatelo nella ciotola.
Aggiungete alle uova due cucchiai di latte o di birra, che renderanno la frittata più soffice. Questo è anche il momento in cui la frittata va salata, con una punta di cucchiaino di sale fino.
 
 

I segreti delle semine

Orto biologico e sinergico.
SEMINARE CON SUCCESSO PER RACCOGLIERE CON ABBONDANZA
Calcolo dei giorni migliori per la semina di ogni ortaggio

SOLO IN E-BOOK (pdf E epub)
110 pagine. Formato 17x24.  Illustrato.


 

Un libro che fa finalmente chiarezza sull’uso delle fasi lunari nella coltivazione dell’orto, in particolare sui periodi di semina.

Dopo aver spiegato come, perché e quando la luna influisce, prende questo dato come riferimento per calcolare con estrema precisione i giorni più favorevoli alla semina di ogni ortaggio. I nuovi criteri di coltivazione dell’orto tendono a emanciparsi dalla necessità di produrre a tutti i costi: privilegiano la genuinità del cibo e la naturalità dei metodi adottati in ogni fase. Nasce così l’orto biologico, che raggiunge la sua punta più avanzata nell’orto sinergico. In queste condizioni le piante non sono più violentate nella crescita da concimi, ormoni e pesticidi di varia natura, spesso usati massicciamente e oltre la reale necessità. Liberate dai condizionamenti chimici, e affidate nuovamente alle cure di terra, sole, acqua e aria, le uniche cose di cui hanno veramente bisogno, rigenerano la loro sensibilità alle influenze delicate dell’ambiente, come quella, osteggiata e misconosciuta, delle fasi lunari.

Questo libro prende in considerazione alcuni dati scientifici, come il tempo di germinazione e la temperatura necessaria, oltre a un dato che ci viene dalla tradizione millenaria, quello dell’influenza lunare. Dalla sinergia di queste informazioni deriva il calcolo dei giorni più adatti alla semina di ogni ortaggio.

ACQUISTA e scarica SUBITO

 
Miscelate bene il tutto con una frusta o con una forchetta
 
 
Aggiungete all'impasto le ortiche, e mischiate bene ancora.
Mettete ancora a fuoco una padella antiaderente (potete usare quella di prima) e versate l'impasto; badate che si distenda uniformemente e poi lasciatelo cuocere alcuni minuti senza intervenire.
 
 

E-book
OFFERTA DEL MESE

Cogli l'attimo! Non perdere l'occasione!

 

Come si gira la frittata.
Se non siete di quei grandi esperti che fanno volare in aria le frittate, potete ricorrere ad un metodo meno spettacolare ma ugualmente efficace. Si può rivoltere la frittata aiutandosi con un coperchio.
Tenendo il coperchio, attraverso la suan presa centrale, con la mano destra, e la padella attraverso il suo manico con la mano sinistra, spostatevi sopra il lavello altrimenti sporcherete tutto il piano della cucina, il che non è una buona cosa, se non altro perché comunque dovrete pulirlo voi.

Qui con una mossa rapida ribaltate la padella tenendo il coperchio sempre ben orizzontale.

 
 

LIBRI
OFFERTA DEL MESE
UN PREZIOSO MANUALE A STAMPA dal catalogo di
Coltivare l'orto Editrice

Questa offerta è valida 30 giorni e non verrà ripetuta

 
La frittata resterà sul coperchio, esponendo la,parte inferiore (che ora è diventata superiore) già cotta.
 
 
Infine, sempre il più velocemente possibile, fate scivolare la frittata dal coperchio alla padella, e rimette la padella sul fuoco finché sarà cotta anche dall'altra parte.
Il segreto della buona riuscita sta tutto nella velocità dell'operazione, e nel portare il più presto possibile il coperchio in posizione orizzontale nel momento in cui passa da sopra a sotto.

La vostra frittata di ortiche è pronta, e può essere servita.
 
BUON APPETITO CON LE VERDURE DEL VOSTRO ORTO!